“Il quotidiano l’Unità  potrebbe ritornare nelle edicole o sul web” – lo hanno annunciato,  ieri mattina, il manager della comunicazione e dello spettacolo Lele Mora Marcello Silvestri, rispettivamente Direttore Editoriale e Fondatore del network dei quotidiani online Retewebitalia.net, con interessi nel settore dell’economia .

Lele Mora, dopo una lunga riunione tenutasi ieri pomeriggio a Varese con i vertici del gruppo editoriale, a cui ha preso parte anche il neo Presidente Biagio Maimone, ha deciso di riportare in auge il quotidiano fondato da Antonio Gramsci,  che, come è noto   ha chiuso la pubblicazione qualche anno fa.

Ho parlato con alcuni investitori in ambito euopeo con interessi in Italia  – ha dichiarato Mora  – i quali sono interessati a finanziare l’operazione di acquisizione del quotidiano, la cui guida editoriale dovrebbe essere affidata al gruppo retewebitalia.net ,che darebbe vita ad un pool di giornalisti , con esperienza e autorevolezza , per divenire voce, opinione  e “penna” di un segmento sociale non più rappresentato , affiancati  da uno staff di giornalisti per il web per fornire continuo aggiornamento alle news . Affronteremo  tematiche quali la cronaca , la politica , lo sport e l’economia.

Il gruppo nel quale ricopro il ruolo di Direttore Editoriale e Presidente Onorario ha le relazioni e il know how per realizzare rapidamente questo nuovo media. Possiamo effettuare un’operazione di restyling del quotidiano e riportarlo di nuovo , se ci viene consentito, nelle edicole di tutto il Paese , con un nuovo formato e con una distribuzione strategica , soprattutto nelle edicole nei pressi delle stazioni ferroviarie e delle metropolitane.  In Italia  purtroppo, manca una testata come l’Unità che sia autentica espressione della sinistra moderata, vicina ai giovani, al mondo del lavoro , alle pari opportunità e,  soprattutto, alla notizia scevra dalle  logiche  del potere politico e da faziosità .

La sinistra non ha più un organo di stampa che la rappresenti nell’attuale scenario politico, si rende necessario ricreare  il pluralismo di pensiero, in quanto condizione imprescindibile per riportare il nostro Paese ad una visione della vita  democratica e libera. Non è un traguardo semplice , ma non vi è nulla di semplice oggi in campo editoriale. Difatti, leggiamo, ogni giorno, nelle prime pagine dei più autorevoli quotidiani, titoli che favoriscono una parte politica rispetto ad un’altra e tendono ad indirizzare il pensiero e l’opinione del lettore,  che, ormai disorientato, si lascia talvolta influenzare . E’ nostro intento creare un quotidiano innovativo che sia espressione popolare  e che ponga, in primo piano, la verità. In una logica a sostegno di nuove classi  sociali“.

Dovrà essere una voce alternativa nell’ambito della comunicazione attuale – ha continuato Silvestri, che si fondi su  una visione moderata e che, nel contempo, rappresenti le istanze della  gente comune. In abbonamento, a costi contenuti , grazie a tre grandi sponsor di settori all’avanguardia con interessi europei , si avrà con la versione cartacea l’accesso a sezioni interattive del quotidiano online,  che si prefigge la mission di offrire opportunità di relazioni e di lavoro. Oggi il lavoro e’ generato da nuovi mestieri che possono essere realizzati senza degeolocalizzare chi li svolge  I Mestieri di pochi anni fa sono spariti  si sono generati  nuovi lavori, c’è da riflettere …..

Nei prossimi giorni chiederemo all’attuale proprietà de L’Unita un incontro per  formulare loro una proposta  economica concreta e soddisfacente.  Abbiamo individuato  le risorse per un rilancio del quotidiano in grande stile e stiamo pensando di affidare il timone della sua guida  ad un giornalista giovane, stimato e noto in ambito televisivo come opinionista , il quale  conosca bene il  linguaggio multiforme  della comunicazione e si proietti nel futuro perché è sul  futuro della comunicazione che dobbiamo  puntare.  Cronaca, politica, cultura, sport ed economia verranno letti  in modo innovativo : sarà  un giornale di tutti e per tutti che genera idee ed opportunità attraverso l’informazione sopratutto per favorire l’occupazione, per riportare la dignità che  il lavoro fornisce , specie a chi ora è’ disoccupato e non trova soluzione . Le idee, il progresso e l’informazione sono il motore del mondo. 

 

fonte agenpress.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.